Flipper Djeco

Flipper djeco: la sua storia

I bambini di adesso conoscono bene il gioco flipper Djeco, ma da dove viene questo nome ? vendiamo insieme le origini del flipper.

flipper djeco

Il Bagatelle era un gioco molto famoso nel 1700, in Francia soprattutto. Si tratta di un vero e proprio flipper arcaico, costituito da un piano lineare molto simile alla moderna tavola di biliardo dove si giocava con una palla e delle stecche di legno. Si dovevano colpire dei “bersagli” incastrati sopra il piano per fare punti e all’epoca riscorre un enorme successo.
Il 1871, tuttavia, è l’anno ufficiale di nascita del flipper, quando un certo Montague Redgrave trasformò l’ormai superato Bagatelle nel pinball. Il brevetto arrivò dagli USA ufficialmente per i miglioramenti apportati al Bagatelle. Redgrave introdusse l’uso di una molla a spirale per lanciare la palla (al posto delle stecche), la pendenza del piano e delle palline più piccole rispetto alle biglie presenti sulla classica tavola di Bagatelle.

flipper djeco bagatelle

Negli anni della Grande Crisi del 1929 il flipper era già diventato famosissimo e fu il gettone a contribuire tantissimo al suo grande successo perché grazie a lui era possibile intrattenersi con poca spesa. Il 1931 è l’anno dell’arrivo della prima macchina da flipper. L’evento segnò l’inizio dell’ascesa di questo gioco assai popolare ancora oggi. Nei primi anni ’40 però il flipper fu declassato come un “mostro da gioco d’azzardo” e bandito in tutti gli Stati Uniti per oltre trent’anni, fino al 1976. Le famose alette per non far cadere la pallina (e perdere la partita) furono introdotte soltanto nel 1947 e fino ad allora era necessario dare botte oppure inclinare l’apparecchio per direzionare la biglia. Per gli anni del bando i flipper vennero sequestrati o distrutti ma quando Roger Sharpe riuscì a convincere il tribunale che il flipper non era più un gioco d’azzardo ma ormai era diventato un gioco d’abilità finalmente venne ritirato il bando che impediva l’uso del pinball.
I videogames tipici degli anni ’80 diedero del filo da torcere al flipper, ma anche in questo caso il famosissimo gioco riuscì a resistere grazie all’introduzione di funzioni luminose e creative, insieme ai nuovi design moderni e divertenti.
Al giorno d’oggi gran parte delle partite a flipper si giocano online, il flipper vero e proprio, inteso come macchina, è ormai diventato un vero e proprio oggetto di culto e da collezione, fonte anche di ispirazione nella creazione di giochi nuovi per bambini come il flipper djeco.

Flipper Djeco: non solo un gioco ma un vero e proprio strumento di aggregazione

Nei suoi anni di gloria, il flipper non era soltanto un semplice gioco da bar dove passare il tempo. Molti ragazzi si riunivano il pomeriggio per sfidarsi in entusiasmanti partite e tornei organizzati a livello amatoriale per vedere chi era il più bravo. In questi casi il flipper non rappresentava un semplice passatempo ma un vero e proprio strumento di socializzazione.

flipper djeco amici

Le sfide spesso non coinvolgevano soltanto i partecipanti ma anche chi si trovava nel locale si fermava a guardare e tifare per una o un’altra persona. Accanto al flipper nascevano amicizie nuove, si litigava per poi fare nuovamente pace offrendosi da bere. Le macchine sono state per tantissimi anni l’oggetto di socializzazione di gruppi di amici, coppie di fidanzati e molto altro ancora. Una volta non si poteva giocare in casa propria come avviene oggi ma per divertirsi attorno a un flipper bastava scendere al bar sotto casa dove incontrarsi con gli amici. Alcune sale giochi e locali organizzavano anche degli eventi, delle sfide e dei tornei di flipper a cui era possibile partecipare per dimostrare le proprie abilità nel gioco e magari vincere qualcosa da bere o altri premi.

Il flipper come oggetto cult

Negli anni ’80 il flipper è protagonista di molte pellicole e film italiani e non. Una delle scene più famose che hanno come protagonista il gioco è senza dubbio quella iniziale del popolare film  “Troppo Forte” con Carlo Verdone. L’attore interpreta un “coatto” di nome Oscar Pettinari che, proprio all’inzio del film, mostra a un ragazzo in un bar come approcciarsi al gioco del flipper. Verdone descrive il rapporto speciale con questo oggetto paragonandolo a un rapporto sessuale, descrivendo i movimenti da fare per ottenere un punteggio altissimo. Il ragazzo si sposta per permettergli di giocare e dopo una serie di mosse molto rapide e ambigue, Oscar ottiene un punteggio altissimo e lo scrive come record proprio sulla tabella del flipper. Questa scena rimane una delle più famose di tutto il film e viene ricordata ancora oggi. Il flipper rappresenta dunque anche un oggetto cult degli anni ’80, protagonista nella vita di tutti quanti e valorizzato anche all’interno di film di tutti i generi.

Budapest e il Museo del Flipper più grande di tutta Europa

Ancora oggi il flipper è un gioco amatissimo tanto da essersi guadagnato un museo tematico interamente dedicato. Si trova a Budapest ed è il più grande d’Europa. Nonostante videogiochi sempre più avanzati tecnologicamente e slot machine di ogni genere, il flipper resta uno dei giochi più amati da ogni generazione. L’ingresso costa poco meno di 10 euro e, oltre a poter visionare macchine particolari e esemplari rarissimi da collezione, è possibile fare delle partite e giocare al flipper come succedeva in passato in bar, locali e sale giochi. Negli inizi degli anni ’90 i flipper sono diminuiti drasticamente e, in Ungheria in particolare, il numero si è ridotto a 300 dagli oltre 20.000 che erano prima presenti nella nazione. Balazs Palfi, ideatore del museo, ha così deciso di iniziare a collezionarli e ora ne ha ha 170, di tutti i generi e dagli stili diversi come quelli di ambientazioni esotiche, spaziali, ispirate a film oltre ad alcuni modelli molto particolari e antichi.

flipper djeco budapest pintball museum

Palfi, con Janos Bernath, cura anche la riparazione di queste macchine per permettere anche alle nuove generazioni di conoscerle e giocarci proprio come facevano i loro genitori o i loro nonni in passato. Un’ala del museo è un vero e proprio laboratorio dove vengono effettuate riparazioni e manutenzioni, con operazioni molto complicate e a volte costose. Palfi afferma che anche questa è una delle principali cause che hanno portato al declino del gioco, oltre all’avvento di apparecchi sempre più tecnologici e moderni. Il Museo di Budapest, tuttavia, continua a far sopravvivere questo videogioco cult del passato con una media di circa 400 visitatori e appassionati ogni settimana.

Resta soltanto un produttore di flipper al mondo

Con l’avvento dei videogiochi in passato e dell’era completamente digitale oggi, sono via via scomparsi tutti i maggiori produttori di flipper nel mondo. Attualmente l’unica azienda rimasta è la Stern Pinball Inc., di origine americana. Si tratta dell’ultima fabbrica esistente al mondo che ancora continua a ideare e realizzare delle macchine per il gioco del flipper.

flipper djeco stern mustang

Negli anni passati le ditte erano innumerevoli e gran parte di esse si trovavano nella città di Chicago, all’epoca ritenuta una vera e propria capitale del settore. Anche l’azienda Stern, purtroppo, attualmente vive una fase discendente e di declino. Per rendere l’idea, basti pensare che un tempo si producevano quasi 30.000 pezzi l”anno mentre oggi si arriva a malapena a 10.000. Tim Arnold, proprietario di alcune sale giochi negli anni ’70, ha istituito un Museo del Flipper nella città di Las Vegas. Secondo lui la gente ha ancora voglia di giocare ma, non trovando alcun flipper in giro, non sa dove e come farlo.
La fabbrica della Stern è situata a Chicago e all’interno lavorano molti operai, impegnati nella costruzione di flipper in maniera artigianale. Ogni pezzo della macchina ha migliaia di cavi, componenti e per costruire una macchina sono necessario oltre 30 ore di lavoro.

flipper djeco stern

Il Signor Gary Stern è a tutti gli effetti l’ultimo “papà” del flipper. Attualmente ha 62 anni e coltiva un sogno di vecchia generazione cresciuta sostanzialmente a pane e flipper. Proprio questo amore per il passato lo porta a credere fermamente nella propria azienda e nella creazione del flipper anche in un’epoca digitale e moderna. I lavoratori della fabbrica devono passare almeno un quarto d’ora al giorno nella sala giochi per testare i modelli prima di metterli in commercio perché “giocare moltissimo” è importante quanto costruire le macchine. Il signor Stern sa che il mercato è in declino ma è convinto che esiste ancora un discreto numero di giocatori amanti del flipper e fedeli delle “macchine vecchio stampo”. Ovviamente la vendita di questi apparecchi non è come quella di una volta e il target si è spostato verso le persone più grandi di età tanto che molti dei prodotti dell’azienda vengono acquistati da clienti privati e non da bar o locali.

Ancora oggi si fanno tornei e si gioca a flipper

Diverse associazioni ancora oggi promuovono il flipper come oggetto di gioco e strumento di aggregazione. In Italia le più famose sono Flipper Marche ASD e ASD tornei flipper sportivo e arcade. La prima si trova a Macerata, mentre l’altra a Corato (Ba). Entrambe le associazioni promuovono e organizzano iniziative e tornei interamente dedicati al mondo del flipper. In un certo senso hanno “dichiarato guerra” alle slot machines ormai sempre più presenti all’interno di bar e locali. ASD tornei flipper sportivo e arcade nasce a Corato come una scommessa con l’intenzione di offrire alle persone un’alternativa valida per combattere il gioco d’azzardo e i problemi legati a questa tipologia di passatempo. L’associazione nasce dalla passione di due collezionisti di cabinati per il flipper per tentare di favorire l’aggregazione sociale e limitare la dipendenza dal gioco d’azzardo. L’associazione spera di poter coinvolgere soprattutto le persone giovani che magari non hanno avuto la possibilità di conoscere il gioco del flipper nei suoi anni di gloria.

Le associazioni si impegnano non soltanto a far giocare le persone ma anche a organizzare occasioni di aggregazione come tornei o lezioni su come conoscere le tecniche di gioco migliori per fare più punti. Entrambe le associazioni, inoltre, lottano per sperare di spingere gli esercenti a rimuovere le macchinette di gioco d’azzardo dalle proprie attività. Tutti i locali che sceglieranno di aderire alle iniziative potranno ospitare un flipper e fare dei tornei interni e gestiti in modo autonomo. Per questa ragione sia Flipper Marche ASD che ASD tornei flipper sportivo e arcade cercano di favorire una ri-diffusione del flipper contro delle “macchinette ruba-soldi”.

Giochi Djeco

Djeco è un’azienda di origine francese produttrice di articoli e giocattoli didattici per bambini di tutte le età. Djeco ancora oggi realizza tantissimi articoli visibili all’interno del proprio catalogo e a suo modo rende omaggio al gioco del flipper djeco con un’apposita linea di giochi di biglie.

Con il gioco zig-zag, ad esempio, il bambino può divertirsi creando circuiti e piste sempre differenti da far seguire alle biglie. Basterà sistemare i pezzi, gli archetti di arrivo e partenza e lanciare le biglie per vedere chi farà prima a raggiungere la fine del percorso e vincere la gara.

flipper djeco zig zag

In Lucky Rouly, lo scopo principale del gioco è quello di far partire il piccolo apparecchio ed indovinare su quale numero si fermerà la biglia. In questo modo il bambino può imparare a conoscere i numeri e a contare divertendosi. Si possono inventare delle sfide e contare i punti in base a chi riesce a indovinare più volte il numero esatto su cui si posa la biglia ogni turno.

Un altro dei giochi Djeco che rende omaggio al vecchio cabinato ha proprio il nome di Flipper Djeco. In questo gioco l’obiettivo è quello di mettere le biglie che percorreranno il piano inclinato che costituisce la base del gioco all’interno delle cavità apposite. Ogni partecipante ha a disposizione cinque tentativi e ovviamente vince colui che riesce a centrare più volte le anse destinate alle biglie.

Golfy, invece, è un simpatico e divertente gioco che unisce l’uso delle biglie allo sport del golf. Il prodotto comprende diverse buche, delle biglie e tanti accessori per creare ogni volta un nuovo percorso dove far scorrere le palline colorate. Grazie alla comoda sacca in dotazione, Golfy può essere sempre portato con te e puoi giocarci con i tuoi bambini in qualsiasi momento. Il gioco può essere praticato in casa ma anche all’aperto e possono partecipare fino a 6 persone contemporaneamente per realizzare avvincenti sfide all’ultima buca!

flipper djeco golfy

Tutti i giochi Djeco, compresi quelli ispirati al mondo del flipper djeco, nascono con l’intenzione di favorire lo sviluppo delle abilità e delle facoltà intellettive dei bambini attraverso il divertimento. Proponendo prodotti con cui è possibile giocare non soltanto da soli ma anche con altre persone, Djeco mira a favorire l’interazione sociale con gli altri bambini ma anche tra genitori e figli. Potrai divertirti giocando con tuo figlio a uno dei tanti giochi presenti nel catalogo Djeco.

Le biglie possono anche essere acquistate separatamente dai singoli giochi flipper djeco, possono essere collezionate e scambiate con gli amici. Il bello di queste simpatiche palline colorate è che ogni bambino può giocarci utilizzando la propria creatività creando percorsi articolati, inventando sfide sempre nuove e sviluppando la creatività attraverso il divertimento.

Ancora oggi si realizzano mini flipper e flipper in legno per i più piccoli

Nonostante il declino del mercato e la quasi totale scomparsa dalla circolazione del flipper, alcune aziende come Dal Negro, continuano ancora oggi a produrre flipper da tavolo in legno per far conoscere alle nuove generazioni uno degli oggetti cult del passato. I giochi per bambini di flipper sono un ottimo mezzo per creare una sorta di linea temporale in grado di collegare la generazione del passato, rappresentata magari da padri e madri con il presente, rappresentato ovviamente dai piccoli. Entrambi potranno divertirsi giocando con le varianti del vecchio gioco tanto amato in passato, con fantastici flipper in legno, mini flipper o pratici flipper da tavolo in legno per divertirsi in ogni momento.

Lascia un commento